Young Curators Photolux Contest 2015 || Carine Dolek | how to disappear completely. The Poems by Boris Eldagsen

© Boris Eldagsen, The Kiss
© Boris Eldagsen, The Kiss

vincitore Young Curators Photolux Contest 2015

Crediamo nella luce. Tutti noi. Siamo tutti credenti. La luce è il dio supremo di tutte le religioni e dell’ateismo, la metafora per eccellenza del bene e della vita. E se fosse un’illusione? Di cos’è fatta l’oscurità tra due stelle, dove non c’è niente che riflette la luce?
Il lavoro di Boris Eldagsen ripensa la luce come un concetto ovvio e sorpassato. La luce è la giusta metafora della vita e del bene? E se ce ne fosse un’altra, più importante? E se dovessimo imparare a guardare e pensare per sottrazione, invece che per addizione? A mostrare eliminando, ponendo l’attenzione sulla natura illusoria del mondo.
Meglio della luce di stelle morte, è lo spazio buio tra due stelle, quello spazio fuori dalla nostra portata, lo spazio del nostro inconscio nel quale Boris Eldagsen ci invita ad avventurarci, con la piena consapevolezza dell’illusione sensoriale e concettuale di quello che chiamiamo realtà.


Articoli Simili