The Manuel Rivera Ortiz Foundation Photo Grant 2015 || Pablo Piovano | The Human Cost for Agrotoxins

© Pablo Piovano, dalla serie The human cost of agrotoxins
© Pablo Piovano, dalla serie The human cost of agrotoxins

vincitore del The Manuel Rivera Ortiz Foundation Photo Grant 2015

A seguito di un’inchiesta interna e affidandosi ai risultati “scientifici” della Monsanto Company, il governo argentino ha approvato nel 1996 l’uso commerciale della soia geneticamente modificata. A seguito di questo provvedimento, è cominciato il largo utilizzo del glifosato (un’erbicida) della Monsanto, al quale la soia è resistente. Nel 1997 l’Argentina ha prodotto 11 milioni di tonnellate di soia transgenica. Diciassette anni dopo, l’Argentina è il secondo maggior produttore di colture transgeniche al mondo, con una produzione annuale di 51 milioni di tonnellate, che coprono il 60% dei territori agricoli del Paese. Dopo circa due decenni di utilizzo del glifosato e con 13,4 milioni di Argentini, cioè un terzo della popolazione, direttamente o indirettamente venuti a contatto con questa sostanza, molti studi scientifici e indagini mediche hanno dimostrato l’impatto letale di questo erbicida. Nell’ultima decade, i casi di cancro pediatrico sono triplicati.
Gli aborti spontanei e inspiegabili difetti di nascita sono tragicamente aumentati del 400%. Malattie della pelle, disabilità mentali ed epilessia sono solo alcuni degli effetti documentati dell’esposizione diretta al glifosato. Oggi vietata in 74 Paesi, la soia transgenica e il glifosato restano una delle colonne dell’economia argentina. La deforestazione sta facendo largo a nuovi terreni per la coltivazione e stanno soppiantando villaggi e riducendo il numero dei contadini. Senza la possibilità di tenere traccia di tutti gli spaventosi effetti di questo fenomeno e vista la scarsa copertura mediatica, la voce delle persone colpite resta inascoltata. The Human Cost of Agrotoxins documenta gli effetti di vent’anni di uso indiscriminato dei prodotti agrochimici nel nordest rurale dell’Argentina. Il progetto si concentra sulle aree di Entre Rios, Misiones e Chaco e sui devastanti effetti che il glifosato ha avuto sulle persone e sull’ambiente.


Articoli Simili