PIERRE ANDRÉ PODBIELSKY


Quando: Sabato 25 novembre 2017, ore 9:00 – 13:00
Dove: Real Collegio, piazza del Collegio 13, Lucca


Pierre André Podbielski è il direttore della Galerie podbielski Contemporary a Berlin-Mitte, in Germania. Descrive se stesso come un cittadino del mondo, è nato a Ginevra  con passaporto australiano, da padre tedesco e madre polacca. Parla fluentemente inglese, francese, tedesco e italiano. Architetto qualificato (Ecole des Beaux Art a Parigi), appassionato collezionista, Podbielski è diventato un art dealer e un partner attivo della Galleria Rubin dal 2001 al 2009, la sua area di competenza era la pittura astratta, la fotografia e le commissioni site specific. Pierre ha partecipato a numerose fiere (Art Cologne, Artefiera Bologna, Miart, Preview Berlin), che gli hanno permesso di stabilire una solida rete di contatti con artisti, gallerie, curatori e collezionisti. Al fine di consolidare l’esperienze acquisita e per fronteggiare nuove sfide, nell’estate 2011 lancia la sua galleria – Galerie podbielski Contemporary a Berlin-Mitte, Germania. L’attenzione di Podbielski è legata al rappresentate le vicende geopolitiche viste tramite una prospettiva artistica. Il programma della galleria, pone enfasi sul mostrare un largo range di artisti, che affrontano la geopolitica dei Balcani, Medio Oriente, Italia, Germania ed eventualmente nuovi territori in una prospettiva transculturale. Dalla sua creazione la galleria ha tenuto almeno cinque mostre ad anno ed ha partecipato a numerose fiere internazionali incluse Photo London ’17, Artissima ’13 -’17, MIA Fair Milan ’11 -’17, MIA Singapore ’14, Art Paris ’15 and Context Art Miami ’15. Pierre André Podbielski crede fortemente che una galleria, insieme alla promozione degli artisti e del loro lavoro, debba servire come piattaforma per lo scambio di idee sull’arte e sulla cultura. Podbielksi Contemporary mira ad unire l’aspetto commerciale con la ricerca accademica, presentando eventi speciali come talk, performance, conferenze e serate di proiezione, per diventare non solo uno spazio per gli amanti dell’arte e collezionisti, ma anche una destinazione culturale per gli studenti e per la comunità artistica berlinese in generale. Con il suo lavoro contribuisce a sostenere gli sforzi per superare la compartimentalizzazione del campo dell’arte tra istituzioni pubbliche e private.


Articoli Simili