Patrick Willocq

willocq

Fotografo autodidatta, da venticinque anni la sua passione per il viaggio, la scoperta e la conoscenza di culture diverse si intrecciano con il desiderio di documentare la realtà di cui è testimone. Dei suoi quarantasei anni, Patrick Willocq (Strasburgo, 1969) ne ha vissuti trentadue lontano dal paese in cui è nato, la Francia, e sette nella Repubblica Democratica del Congo. Nel 2012, in occasione di un viaggio che lo ha riportato nel paese africano, decide di dedicarsi completamente alla fotografia, dopo aver lavorato per oltre vent’anni in diverse multinazionali nell’Asia Pacifica. Attraverso il suo lavoro, vuole darci un’immagine del Congo, e dell’Africa in generale, diversa da quelle di guerra sulle quali i media tendono a focalizzarsi. La serie On the road from Bikoro to Bokonda, DR Congo ha vinto il Best Photo Story Grant 2012 di AFD (Agence Française de Développement) ed è stata esposta in diverse sedi internazionali: Paris Photo 2012, Festival Circulation(s) 2013, International Photography Festival 2013 di Belo Horizonte (Brasile), Lagos Photo 2013. Tra gli altri progetti fotografici, Kinshasa my love è stato esposto all’Angkor Photo Festival in Cambogia nel 2012, The 4 Seasons in Shangai all’European Festival of Nude Photography di Arles nel 2013, Walé O Konga I al Portrait(s) di Vichy nel 2013 e segnalato al PX3 (Prix de la Photographie Paris). I am Walé Respect Me è stato esposto nel 2014 in prestigiose sedi internazionali, tra le quali Les Rencontres d’Arles (Francia), Flash Forward Boston (USA), Lagos Photo (Nigeria). The Superwalés è l’ultimo progetto di Patrick Willocq in Congo, realizzato nel 2015.

Mostre dell'autore


Articoli Simili