Nick Hannes

Nick Hannes selfportrait

Nick Hannes (Anversa, 1974) è un fotografo belga, vive e lavora Ranst. Dopo la laurea alla Royal Academy of Fine Arts (KASK), Gent nel 1997, negli otto anni successivi lavora come fotografo freelance per riviste e quotidiani belgi e olandesi. Nello stesso tempo, lavora a un progetto personale sulla difficile situazione del popolo curdo e realizza il documentario Forbidden People. Nel 2006 abbandona le collaborazioni con l’editoria e si dedica a progetti documentari personali a lungo termine. Lavora per un anno intero sull’ex Unione Sovietica, viaggiando attraverso i 15 stati che ne fanno parte equipaggiato soltanto di zaino e macchina fotografica. Il suo primo libro Red Journey (Lannoo Publishers, 2009) indaga la fase di transizione della società post-sovietica. Questo lavoro inaugura quello che sarà poi il suo personale approccio alla fotografia documentaria, nel quale ironia e ambiguità giocano un ruolo fondamentale. Nel suo secondo libro, Tradities, pubblicato nel 2011, rivolge il suo sguardo ironico verso le tradizioni popolari e la società del suo Paese. Mediterranean. The Continuity of Man è stato invece pubblicato nel 2014 da Hannibal Publishers. L’interesse per lo sviluppo urbano delle città contemporanee ha portato Hannes a Dubai, dove sta attualmente lavorando a un nuovo progetto sul consumismo e il divertimento. Il lavoro di Hannes è stato esposto, tra gli altri, al Thessaloniki Biennial for Contemporary Art (Salonicco, Grecia); Museum of Photography (Anversa, Belgio); Visa pour l’Image (Perpignan, Francia); Kaunas Photo (Lituania); Foto Festiwal Lodz (Polonia); PhotoMed (Sanary-sur-Mer, Francia); Head On (Sidney, Australia). Hannes è rappresentato da Cosmos Photo (Parigi). Dal 2008 insegna fotografia documentaria al KASK/The School of Arts di Gent, in Belgio.

Mostre dell'autore


Articoli Simili