JENNY SMETS + MAGDALENA HERRERA | EDIT FOR IMPACT

WPP

in collaborazione con World Press Photo Foundation

La seconda edizione del workshop ‘Editing for Narrative Impact’, promossa dalla World Press Photo Foundation e Photolux Festival, è dedicata agli studenti di livello avanzato e ai fotografi mid-career.
Il workshop intende fornire ai fotografi gli strumenti per editare i propri lavori, focalizzandosi su come selezionare e costruire la sequenza delle proprie immagini per le diverse destinazioni editoriali e su come dialogare con i photo-editor, i curatori e le piattaforme web.

“Senza una storia non c’è niente da raccontare, senza un buon editing niente accade”

Programma
-giorno 1: nel corso della mattinata i docenti forniranno un’introduzione sulle basi dello storytelling e dell’editing, mostrando alcuni esempi di fotografi e storie. Nel pomeriggio i partecipanti lavoranno sia singolarmente sia in gruppo all’editing delle loro storie, sotto la guida dei docenti
-giorno 2: presentazione dei lavori finali dei partecipanti e discussione di gruppo. I docenti daranno indicazioni anche relativamente a come proporre, promuovere e pubblicare le proprie storie. La giornata si concluderà con una discussione di gruppo sugli strumenti/elementi chiave della costruzione di una storia approfonditi durante i due giorni di workshop.

Iscrizioni
Il workshop è rivolto ai fotografi di livello base e mid-career, compresi gli studenti di fotografia con esperienza di visual storytelling. I partecipanti devono avere una buona conoscenza dell’inglese.

Il numero massimo di partecipanti è di 12 studenti, che verranno selezionati in base alle capacità di visual storytelling e alle motivazioni. La deadline per inviare la propria candidatura è fissata al 23 ottobre 2017 e gli studenti selezionati saranno contattati entro il 30 ottobre 2017. Per confermare la propria iscrizione i partecipanti dovranno effettuare il pagamento entro e non oltre il 9 novembre. Per candidarsi è necessario inviare, prima del 23 ottobre 2017, all’indirizzo email education@worldpressphoto.org:
● nome, cognome e contatti;
● breve lettera motivazionale;
● breve descrizione del proprio lavoro o della storia presentata (+/- 300 parole)
Per ulteriori informazione scrivere a Maral Deghati e Lars Boering all’indirizzo email: education@worldpressphoto.org

Attrezzattura necessaria
Laptot o tablet, le proprie immagini e una buona idea. Le immagini devono essere da un minimo di 30 a un massimo di 60 e saranno usato come materiale per gli esercizi di editing. Nella selezione è necessario che siano incluse immagini di luoghi e situazioni, dettagli dei soggetti e alcuni ritratti. Le immagini devono essere portate sia in formato digitale sia in formato cartaceo (stampe 10×15 circa) 

// BIO DOCENTI //
Magdalena Herrera, direttore della fotografia di Geo, France, ha lavorato come art director e head of photography per il French National Geographic dal 1999 al 2009. Ha insegnato fotogiornalismo al Sciences Po Journalism di Paris e tenuto molti workshop in Europa, Asia e Africa, compreso il World Press Photo’s Reporting Change program.

Jenny Smets è un curatore indipendente, insegnante e direttore della fotografia della rivista Vrij Nederland, The Netherlands. Tiene workshop, masterclass, edita e scrive libri di fotografia. Ha studiato storia dell’arte moderna e contemporanea all’UVA University di Amsterdam e si è specializzata in storia della fotografia. Smets è membro del supervisory board del World Press Photo.


in collaborazione con

logo_bg_uibifondazione-crl

Articoli Simili